-:  Home  ::  Crea un account  ::  Convenzioni  ::  Contattaci  ::  Cerca  :-
air.it
Benvenuto su :: www.air.it ::
Fondo di Solidarietà
AIR News: on line da lunedì a venerdì dal 1997 ... negli ultimi tre mesi 5.387.944 pagine viste su www.air.it ·
Menu AIR

AIR
:: Chi Siamo
:: Statuto
:: Organigramma
:: Iscrizione
:: Assicurazione
:: Convenzioni
:: Contratto-tipo
:: Registrati
:: Links AIR
:: Collabora
:: Contattaci
:: Scrivici
:: Consigliaci

Anti-Doping
:: Lista Wada

Calendari
:: Calendari Campionati

Regolamenti
:: Old/Giocatori

AIR - News
:: AIR - Associazione
:: AM - A maschile
:: AF - A femminile
:: Arbitri
:: Argentina
:: Australia
:: B - Serie B
:: Beach Rugby
:: C - Serie C
:: AMLIN Chall. Cup
:: CONI
:: Contributi
:: Coppa Italia
:: Curiosità
:: Currie Cup
:: Doping
:: Eccellenza
:: -=FdS=-
:: Federazione
:: F.I.R.L.
:: Francia
:: Galles
:: Giovanili
:: Giudice Sportivo
:: Heineken Cup
:: Inghilterra
:: iRFLeague
:: Irlanda
:: Libri
:: L.I.T.R.
:: Lutto
:: Mercato
:: NAZ - Maggiore
:: NAZ - Seven
:: NAZ - A
:: NAZ - Emergenti
:: NAZ - F
:: NAZ - U 21
:: NAZ - U 19
:: NAZ - U 18
:: Nuova Zelanda
:: OLD
:: RIO2016
:: Rugby Championshp
:: Ranking
:: Guinness Pro12
:: RWC '11
:: RWC '15
:: RWC ' U20 - 15
:: Sudafrica
:: Scozia
:: Sei Nazioni
:: Super 14
:: Super 15
:: Test Matches
:: Tornei
:: Tre Nazioni
:: TRF ECC
:: TV & Radio
:: Under 19
:: Under 20
:: Under 21
:: Universitari
:: Vigili del Fuoco
:: Wheelchair Rugby
:: World Rugby
:: World Rugby U19
:: World Rugby U20
:: World Rugby U21


:: Interviste ::

La Città Nascosta

Passione Rugby

BCC
Banca di Credito
Cooperativo di
Roma



FIR Media

Gadget AIR


L.I.B.R.

Il Ciar

Italia Rugby League


 
HEINEKEN CUP 20/01/14 - HC - Zebre, le interviste post partita
Pubblicato daredazione il 20-01-2014 alle 17:00:00

 

LE INTERVISTE: BERGAMASCO, GELDENHUYS E D'APICE, MIGLIORE IN CAMPO AL XXV APRILE.

 

(ZEBRE RUGBY)  Al termine della sfida di questo pomeriggio valida per il sesto e conclusivo turno della fase a gironi della Heineken Cup tra Zebre e Stade Toulousain abbiamo raccolto le interviste ai protagonisti del match nella nuova sala stampa della tribuna nord dello Stadio XXV Aprile di Parma. La vittoria è andata ai francesi che però scendevano nella città ducale con ben altre ambizioni rispetto al 16-6 finale che ha visto la formazione di casa tenere testa alla formazione più titolata della principae coppa europea per club.



Soddisfatto a metà l’head coach delle Zebre Andrea Cavinato che credeva in un risultato positivo della sua squadra :”Ringrazio i miei giocatori: oggi hanno dimostrato che le Zebre non sono più squadra umorale ma cresciuta. In Heineken Cup non avevamo fatto buone prestazioni: oggi ci tenevamo a dimostrare la crescita nostra e altresì che il rugby italiano è sostanza e non solo apparenza. Se oggi avessimo vinto nessuno avrebbe gridato alla scandalo”.

L’allenatore trevigiano scende poi sui particolari del match :”Siamo stati poco precisi non sfruttando azioni pericolose nel finale. Diversi nostri calci sbagliati potevano dare loro più pressione. Come detto in spogliatoio al termine della gara, da oggi in poi non possiamo avere alibi e considerarci i fratelli minori di nessuno. Il nostro rugby mostrato oggi non é casuale ma frutto del lavoro: oggi per esempio ho visto un grandissimo Bergamasco. Quando hai giocatori di questa classe che danno l'esempio tutti gli altri si sentono stimolati”.

Ottima difesa del XV del Nord-Ovest ma poca incisività in attacco, ecco spiegato il perché dal  coach proveniente dal Rugby Calvisano :”Soffriamo di una patologia che io chiamo orgasmo da prestazione: troppa fretta di finalizzare il lavoro fatto in precedenza con giocate troppo veloci in situazioni di gioco con giocatori mal riposizionati. La nostra filosofia é alto ritmo e punti d'incontro veloci: ora serve più qualità con scelte più ragionate nei momenti topici”.

Cavinato plaude al carattere dei suoi giocatori :”Dopo aver sofferto in 13 conquistando l'ovale prendiamo la metà. Una fattispecie non ci ha tagliato le gambe ma dato un'ulteriore energia per continuare nonostante non equità nel trattamento dell’arbitro che in qualche occasione non ci ha tutelato. Volevamo vincere! Purtroppo non sono arrivati punti ma sono convinto che potremo consolidare queste certezze odierne. Sabato scorso la pressione di giocare contro un avversario alla portata ci ha regalato un approccio non corretto. Quando non hai nulla da perdere sulla carta come oggi fai grandi gare: in questo il rugby italiano deve cambiare. Il mio voto alle Zebre? 7-- : a me piace vincere queste gare. Da troppi anni prendiamo complimenti e perdiamo: preferirei il contrario”.

In conclusione il coach bianconero da uno sguardo ai prossimi impegni di alcuni dei suoi giocatori che da domani saranno impegnati nel ritiro della Nazionale Italiana a Roma :”Come ho detto a Brunel, grazie al lavoro del nostro staff -efficace e positivo- i nostri giocatori sono in ottima forma. Sono sicuro che l’Italia dimostrerà volontà di riscatto e farà un grande Sei Nazioni. Palazzani oggi aveva bisogno di riposo, dopo una stagione fantastica che l’ha portato ad essere convocato in un ruolo non suo. Bortolami stesso viene da una stagione incredibile, anche a livello statistico nei primi 5 giocatori del PRO12 per placcaggi, minutaggio e palle conquistate; necessitava di una settimana di riposo. Con veterani ad esprimersi a così alti livelli i giovani devono pedalare forte per conquistarsi un posto in nazionale. Garcia è uscito per una lieve distorsione al gomito destro, penso non sia niente di preoccupante”.

L’allenatore ospite Guy Novès accetta il risultato del campo complimentandosi con l’avversario :”Oggi era importante vincere come sempre in questi match di Heineken Cup. La nostra ambizione era di venire qui e segnare mete ma non siano riusciti per le condizioni di gioco divenute complicate. Non siano contenti ma do credito alle Zebre per averci creato problemi. Poco entusiasmo nel gioco da parte nostra, anche a causa condizioni climatiche: tutto ciò ci ha portato al risultato finale. Con umiltà aspettiamo i risultati di domani per vedere contro chi e dove giocheremo i quarti di finale".

Il coach -veterano dello Stade Toulousain che guida dal 1989- entra nei temi più tecnici rispondendo alle domande dei tanti giornalisti francesi presenti quest’oggi allo Stadio XXV  Aprile :”La mischia delle Zebre è stata ottima: la nostra rilassata dopo le gare importanti contro ASM Clermont-Auvergne e Saracens, nonostante i cambi del secondo tempo. I primi 25 minuti eravamo in controllo ma senza l’ambizione corretta con un gioco al piede limitato che ha permesso a loro di salire. Tutte condizioni difficili per mettere in difficoltà la loro terza linea. Match forse povero tecnicamente ma forse, tra le vittorie importanti ed i prossimi impegni della nazionale, i giocatori non erano  concentrati al 100%. Complimenti alle Zebre che hanno sempre giocato con spirito fantastico. Sono contento di avere questo tipo di avversari italiani nella Heineken Cup”.

Spazio ai giocatori delle Zebre a partire dal flanker Mauro Bergamasco intervistato in diretta televisiva nel dopo gara da Canal+ :”Un buon attacco comincia dalla difesa, soprattutto contro squadre competitive come Tolosa. Contenti della nostra prova difensiva, dispiaciuto per aver lasciato i miei compagni nell'inferiorità numerica che è costata la metà ospite: la sola segnata oggi”.

Sintetico ma fiducioso il capitano di giornata Quintin Geldenhuys :”Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile: Tolosa è una delle migliori in Europa. A noi piace giocare con queste condizioni di tempo umido con partita lenta. La disciplina è stato un grosso problema purtroppo. Contro Treviso ed oggi la nostra difesa è stata ottima anche in diverse situazioni di doppio placcaggio: ciò da fiducia a tutti. In parità numerica la nostra linea è stata davvero aggressiva: la difesa è sempre più l’arma in più della mia squadra”.

Per finire il migliore in campo di oggi, il tallonatore delle Zebre Tommaso D'Apice :”Oggi abbiamo messo in campo una difesa avanzante come i coach chiedevano anche se a volte abbiamo spinto troppo scoprendoci dietro concedendo spazi alle loro buone gambe.  Dobbiamo continuare così: segnali sicuramente positivi anche in mischia. Approcciare così le gare può darci risultati nel futuro e fare bene anche nel PRO12. Le mentalità fa la differenza nei 22 offensivi per concretizzare le opportunità: in questo dobbiamo migliorare”.



 
Links Correlati
· Inoltre HEINEKEN CUP
· News by redazione


Articolo più letto relativo a HEINEKEN CUP:
HC: Heineken Cup: calendario e arbitri; Calvisano e Viadana


Valutazione Articolo
Punteggio medio: 0
Voti: 0

Vota questo articolo:

Eccellente
Molto Buono
Buono
Normale
Male


Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile


"20/01/14 - HC - Zebre, le interviste post partita" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Copyright 2006 by PHP-Nuke. All Right Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.


Generazione pagina: 0.17 Secondi