-:  Home  ::  Crea un account  ::  Convenzioni  ::  Contattaci  ::  Cerca  :-
air.it
Benvenuto su :: www.air.it ::
Fondo di Solidarietà
AIR News: on line da lunedì a venerdì dal 1997 ... negli ultimi tre mesi 5.387.944 pagine viste su www.air.it ·
Menu AIR

AIR
:: Chi Siamo
:: Statuto
:: Organigramma
:: Iscrizione
:: Assicurazione
:: Convenzioni
:: Contratto-tipo
:: Registrati
:: Links AIR
:: Collabora
:: Contattaci
:: Scrivici
:: Consigliaci

Anti-Doping
:: Lista Wada

Calendari
:: Calendari Campionati

Regolamenti
:: Old/Giocatori

AIR - News
:: AIR - Associazione
:: AM - A maschile
:: AF - A femminile
:: Arbitri
:: Argentina
:: Australia
:: B - Serie B
:: Beach Rugby
:: C - Serie C
:: AMLIN Chall. Cup
:: CONI
:: Contributi
:: Coppa Italia
:: Curiosità
:: Currie Cup
:: Doping
:: Eccellenza
:: -=FdS=-
:: Federazione
:: F.I.R.L.
:: Francia
:: Galles
:: Giovanili
:: Giudice Sportivo
:: Heineken Cup
:: Inghilterra
:: iRFLeague
:: Irlanda
:: Libri
:: L.I.T.R.
:: Lutto
:: Mercato
:: NAZ - Maggiore
:: NAZ - Seven
:: NAZ - A
:: NAZ - Emergenti
:: NAZ - F
:: NAZ - U 21
:: NAZ - U 19
:: NAZ - U 18
:: Nuova Zelanda
:: OLD
:: RIO2016
:: Rugby Championshp
:: Ranking
:: Guinness Pro12
:: RWC '11
:: RWC '15
:: RWC ' U20 - 15
:: Sudafrica
:: Scozia
:: Sei Nazioni
:: Super 14
:: Super 15
:: Test Matches
:: Tornei
:: Tre Nazioni
:: TRF ECC
:: TV & Radio
:: Under 19
:: Under 20
:: Under 21
:: Universitari
:: Vigili del Fuoco
:: Wheelchair Rugby
:: World Rugby
:: World Rugby U19
:: World Rugby U20
:: World Rugby U21


:: Interviste ::

La Città Nascosta

Passione Rugby

BCC
Banca di Credito
Cooperativo di
Roma



FIR Media

Gadget AIR


L.I.B.R.

Il Ciar

Italia Rugby League


 
TRF ECC 28/10/14 - TRF ECC - Dieci domande a...Tommaso Castello
Pubblicato daredazione il 28-10-2014 alle 18:10:00

Tommaso Castello

Il Cammi Calvisano nella sua prima partita del Trofeo Eccellenza ottiene una vittoria in casa del Viadana. Terza vittoria per i campioni d'Italia dal'inizio della stagione che sembrano voler difendere con impegno il loro titolo.
Abbiamo intervistato Tommaso Castello.





(Rugby Calvisano)

(1) Primo incontro nel Trofeo Eccellenza per il Calvisano che ottiene una vittoria in casa del Viadana, un commento sulla partita.

E' stata una partita molto combattuta, al di là del risultato, il Viadana è sempre una squadra molto ostica quando si affronta in casa. Siamo doppiamente soddisfatti anche per aver vinto con abbastanza margine.

(2) Questa è stata la vostra terza vittoria considerando anche quelle contro L'Aquila Rugby e le Fiamme Oro nel campionato, il Calvisano sta dimostrando di voler difendere il suo titolo di campione d'Italia?

Si certo questo è il nostro primo obiettivo, ripetere i risultati dello scorso anno è il nostro scopo primario. La Coppa è andata così, non siamo riusciti a qualificarci, quindi il campionato rimane sicuramente l'obiettivo principale.

(3) In base a questi primi incontri, considerando anche la altre partite e il mercato che idea vi siete fatti sulle altre squadre.

Credo che il livello sia cresciuto rispetto allo scorso anno, nel senso che alcune squadre si siano rafforzate, vedi il Mogliano, il Padova, credo che siano molto più competitive, anche lo stesso Rovigo. Penso che sarà molto duro questo campionato e molto difficile.
Per noi, specialmente, il fatto di riuscire a ripetere gli stessi risultati dello scorso anno sarà una difficoltà in più, al di là del livello delle altre squadre, è sempre più difficile riuscire a ripetersi.

(4) Mi hai detto che sarà un campionato duro ma sarà equilibrato o rivedremo la solita spaccatura?

Io mi auguro che noi vinciamo tutte le partite e che quindi si crei la spaccatura tra noi e le altre squadre. Penso che comunque sarà un campionato più equilibrato, lo si è visto anche nella partita dove il Rovigo ha perso contro il San Donà, altra squadra che si è rafforzata molto e che quindi sarà un campo ostico un po' per tutti. Sarà dunque di sicuro un campionato più equilibrato.

(5) Ci presenti il Calvisano di questa nuova stagione.

Il Calvisano è una squadra che ha cambiato molti giocatori. Sono arrivati sette, nove giocatori. Si tratta di ragazzi alcuni molto giovani che provengono dalla Nazionale U20 come Di Giulio, De Santis e lo stesso Biancotti che ha fatto parte della Nazionale U20 lo scorso anno. Poi ci sono tre, quattro giocatori stranieri, alcuni dei quali hanno giocato nel Super XV e quindi ad un livello estremamente alto.
Credo che tutti gli innesti siano stati molto mirati e utili. Potenzialmente, forse, la squadra quest'anno è superiore rispetto allo scorso anno anche se sicuramente le perdite di alcuni giocatori che sono andati alle Zebre si fanno sentire perchè sono giocatori di estrema qualità. Nonostante ciò, abbiamo un gruppo che mischia bene giovani ed esperti e che quindi ha dalla sua parte tutte le qualità che questo provoca, molta esperienze e molta voglia di fare.

(6) Tu sei il nuovo capitano e vai a prendere il posto che per molto tempo è stato occupato da Paul Griffen, come affronti questo ruolo.

Per me è un onore fare il capitano di una squadra così importante come il Calvisano, una squadra che nell'ultimo decennio ha fatto la storia del rugby italiano. Sostituire Paul è quasi impossibile, però questo nuovo ruolo non sono chiamato a farlo da solo perchè, come ti dicevo prima, in squadra ci sono molti giocatori di esperienza che sicuramente mi danno e daranno una mano, quindi lo stiamo sostituendo un po' tutti insieme. Io ho la fortuna di avere questo ruolo che con l'appoggio di tutta la squadra non potrà essere un peso ma solo un privilegio.

(7) Cosa dovrà fare il Calvisano, da chi dovrà difendersi per mantenere il suo titolo di campione d'Italia.

Credo che Rovigo sarà la squadra che potrà metterci i bastoni tra le rute. Ogni partita dovrà essere affrontata, comunque, allo stesso modo.
Noi per difendere il nostro titolo dobbiamo continuare a fare quello che abbiamo fatto lo scorso anno e che stiamo facendo dall'inizio di questa stagione e cioè imporre il nostro gioco e le nostre qualità.

(8) Prima hai accennato al fatto che non siete riusciti a entrare a far parte delle Coppe Europee, cosa è mancato per centrare questo obiettivo e quanto pesa per il Calvisano non farne parte.

E' sicuramente un danno, nel senso che ci mancherà il fatto di non poterci confrontare con le migliori squadre europee e questo ci brucia, al di là del fatto che era una bella occasione, ci brucia anche dal punto di vista morale. Abbiamo affrontato una squadra come Bucharest, che più che una squadra è una nazionale. Il fatto, comunque, di non essere passati per soli due punti, di aver vinto in casa e aver fatto una buona partita a Bucharest non può che non farci sentire orgogliosi. Tutti speravamo in un esito diverso, però, dobbiamo guardare il bicchiere mezzo pieno e considerare il fatto che abbiamo si perso la possibilità di fare la Coppa ma che in questo modo dobbiamo affrontare tutti i nostri altri impegni con maggior insistenza e convinzione. La Coppa poteva essere una sorta di vittoria già ad inizio della stagione, invece così, l'abbiamo subito persa e le cose che ci restano dovranno essere affrontate veramente al massimo, senza accontentarci. Abbiamo la possibilità di affrontare tre competizioni: il campionato, la Coppa Italia e l'eventuale terza Coppa che ancora non ho ben capito come si svolgerà, sono tre competizioni dove possiamo giocarcela con eventuale vittoria finale e questo è un motivo di impegno ulteriore.

(9) Intanto il prossimo fine settimana tornerà il campionato e voi dovrete affrontare I Cavalieri Prato, come vi state preparando.

Noi non crediamo che andare a Prato sarà una passeggiata. Prato è una squadra che, da quando sono a Calvisano, ha sempre diviso con noi le posizioni più alte della classifica. Sicuramente loro ora stanno vivendo un momento difficile ma lo spirito dei ragazzi è sicuramente elevato. Noi ci prepareremo per affrontare una squadra che non sta vivendo un momento felice ma consapevoli del fatto che può diventare una squadra molto ostica.

(10) Cosa ti aspetti di vedere o di non vedere da questo campionato, da questa stagione.

Mi aspetto di vedere delle belle partite, di vedere un campionato di livello. Spero che il livello si alzi rispetto allo scorso anno così che possa crescere tutto il movimento italiano. Spero che il Calvisano faccia la sua parte in questo, che abbia il ruolo principale e di divertirci anche.

:: Altre interviste ::



 
Links Correlati
· Inoltre TRF ECC
· News by redazione


Articolo più letto relativo a TRF ECC:
16/12/11 - TRF ECC - Con il Calvisano per rimanere al Trofeo D'Eccellenza


Valutazione Articolo
Punteggio medio: 0
Voti: 0

Vota questo articolo:

Eccellente
Molto Buono
Buono
Normale
Male


Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile


"28/10/14 - TRF ECC - Dieci domande a...Tommaso Castello" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Copyright 2006 by PHP-Nuke. All Right Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.


Generazione pagina: 0.17 Secondi