-:  Home  ::  Crea un account  ::  Convenzioni  ::  Contattaci  ::  Cerca  :-
air.it
Benvenuto su :: www.air.it ::
Fondo di Solidarietà
AIR News: on line da lunedì a venerdì dal 1997 ... negli ultimi tre mesi 5.387.944 pagine viste su www.air.it ·
Menu AIR

AIR
:: Chi Siamo
:: Statuto
:: Organigramma
:: Iscrizione
:: Assicurazione
:: Convenzioni
:: Contratto-tipo
:: Registrati
:: Links AIR
:: Collabora
:: Contattaci
:: Scrivici
:: Consigliaci

Anti-Doping
:: Lista Wada

Calendari
:: Calendari Campionati

Regolamenti
:: Old/Giocatori

AIR - News
:: AIR - Associazione
:: AM - A maschile
:: AF - A femminile
:: Arbitri
:: Argentina
:: Australia
:: B - Serie B
:: Beach Rugby
:: C - Serie C
:: AMLIN Chall. Cup
:: CONI
:: Contributi
:: Coppa Italia
:: Curiosità
:: Currie Cup
:: Doping
:: Eccellenza
:: -=FdS=-
:: Federazione
:: F.I.R.L.
:: Francia
:: Galles
:: Giovanili
:: Giudice Sportivo
:: Heineken Cup
:: Inghilterra
:: iRFLeague
:: Irlanda
:: Libri
:: L.I.T.R.
:: Lutto
:: Mercato
:: NAZ - Maggiore
:: NAZ - Seven
:: NAZ - A
:: NAZ - Emergenti
:: NAZ - F
:: NAZ - U 21
:: NAZ - U 19
:: NAZ - U 18
:: Nuova Zelanda
:: OLD
:: RIO2016
:: Rugby Championshp
:: Ranking
:: Guinness Pro12
:: RWC '11
:: RWC '15
:: RWC ' U20 - 15
:: Sudafrica
:: Scozia
:: Sei Nazioni
:: Super 14
:: Super 15
:: Test Matches
:: Tornei
:: Tre Nazioni
:: TRF ECC
:: TV & Radio
:: Under 19
:: Under 20
:: Under 21
:: Universitari
:: Vigili del Fuoco
:: Wheelchair Rugby
:: World Rugby
:: World Rugby U19
:: World Rugby U20
:: World Rugby U21


:: Interviste ::

La Città Nascosta

Passione Rugby

BCC
Banca di Credito
Cooperativo di
Roma



FIR Media

Gadget AIR


L.I.B.R.

Il Ciar

Italia Rugby League


 
ECCELLENZA 13/01/15 - ECC - Dieci domande a... Alberto Saccardo
Pubblicato daredazione il 13-01-2015 alle 19:44:22

Alberto Saccardo

Il Mogliano perde la prima posizione ma chiude il girone di andata con la vittoria contro le Fiamme Oro, settima vittoria dall'inizio della stagione.
Abbiamo intervistato Alberto Saccardo.





(Marchiol Rugby Mogliano)

(1) Il Mogliano chiude il girone di andata con una vittoria, la settima dopo nove giornate giocate. Un bilancio positivo in questa prima metà di campionato.

Sicuramente siamo molto contenti di questo girone di andata. Siamo anche consapevoli che il girone di ritorno sarà più difficile perchè abbiamo sei scontri diretti, tutti fuori casa e sarà molto difficile riottenere gli stessi punti. In ogni caso siamo molto contenti dell'evoluzione che abbiamo avuto, sia come squadra, sia come gioco, rispetto all'inizio del campionato perchè c'è stata una maturazione importante del gruppo e del gioco espresso.

(2) Pesa un po' aver perso la testa della classifica, essere ad un solo punto di distanza dal Calvisano eletto campione d'inverno, dopo aver chiuso in maniera positivo questa prima metà del campionato?

Essere campioni d'inverno è importante ma credo che anche il Calvisano aspiri ad essere campione dopo l'ultima giornata di campionato! Noi siamo, comunque, contenti della nostra posizione in classifica anche se quello che conta saranno i punti conquistati a fine campionato. Siamo anche consapevoli che poi i play off saranno una cosa a parte dove bisognerà arrivare con una condizione fisica e mentale giusta.

(3) Parliamo degli ultimi tre incontri che vi ha visti protagonisti di tre vittorie molto importanti. Cominciamo con ricordare quella contro il Rovigo, che partita è stata.

Contro il Rovigo è stata una partita che aspettavamo perchè era la prima degli scontri diretti contro quelle che al momento erano le squadre che si trovavano tra le prime posizioni in classifica insieme a noi. Siamo stati molto contenti, perchè siamo riusciti a fare delle belle mete, a fare il nostro gioco. Ci ha anche aiutato il fatto che loro avevano preso un cartellino rosso nel primo tempo ma credo che non tutte le squadre sarebbero riuscite a fare le stesse mete che abbiamo fatto noi, perchè siamo riusciti in quel momento a fare più punti di quelli previsti. Nel secondo tempo abbiamo poi difeso quello che avevamo conquistato, abbiamo difeso le nostre cinque mete ed impedito che loro recuperassero punti. Siamo stati, dunque, molto soddisfatti della nostra prestazione contro il Rovigo.

(4) Dopo Rovigo siete riusciti ad ottenere un altro risultato importante contro il Calvisano, quanto ha contato questo risultato.

Sicuramente è stata un'altra partita importantissima. Contro Calvisano è stata molto dura perchè loro ci hanno messi di fronte ad una difesa molto aggressiva a cui non eravamo abituati. C'eravamo preparati, abbiamo leggermente cambiato il nostro modo di giocare facendo meno intervalli esterni e sfidandoli più fisicamente. Questa vittoria ci ha resi molto contenti perchè siamo riusciti a battere una squadra molto più fisica di noi.

(5) Ultima vittoria è stata quella contro le Fiamme Oro, squadra non meno importante visto il campionato che sta facendo, parlaci di questo ultimo incontro.

Con le Fiamme, a differenza delle altre due, non siamo riusciti ad esprimere il nostro miglior gioco. Eravamo più nervosi, eravamo meno concentrati. Penso che sia anche difficile mantenere la concentrazione, lo stesso ritmo di gioco dopo due vittorie così importanti. Credo che, comunque, la cosa più importante che abbiamo fatto contro le Fiamme Oro sia stata quella di riuscire nei momenti più cruciali della partita a fare punti, soprattutto quando loro stavano per raggiungerci, in quel momento abbiamo messo a segno un calcio ed una meta che ci hanno portato a più dieci impedendogli di raggiungerci.

(6) Un'altra squadra che sta facendo un buon campionato è il San Donà che voi dovrete affrontare fra due settimane quando tornerà il campionato. Un San Donà che ha concluso il girone di andata con una vittoria e che si trova al quarto posto in classifica, come lo affronterete.

Il San Donà ci ha messo in difficoltà già nella prima di campionato dove siamo riusciti ad acciuffare un pareggio, se avessero vinto credo che non avrebbero rubato nulla. Ora, però, siamo una squadra diversa, li abbiamo affrontati e vinti in Coppa Italia, in quell'occasione abbiamo espresso un ottimo gioco con ragazzi giovani che fino a quel momento non avevano mai giocato.
Sarà, dunque, una partita molto dura, perchè giocare in casa loro è sempre difficile ma se riusciremo ad esprimere il nostro gioco non saremo un squadra facile da battere. Dobbiamo stare attenti al loro gioco ed evitare i nostri i cali di concentrazione.

(7) In che modo e con quale spirito affronterete ora il girone di ritorno.

Come ho già detto siamo consapevoli che sarà molto più dura, però, siamo anche coscienti dei miglioramenti che stiamo ottenendo giornata dopo giornata. Il nostro obiettivo è sicuramente quello di raggiungere i play off e cercheremo di arrivarci nella migliore situazione fisica e mentale.

(8) Dopo questo girone di andata si può iniziare a fare qualche nome o ad avere almeno un'idea di quali saranno le squadre che accederanno ai play off.

Credo che in questa stagione, rispetto che allo scorso anno, ci sia e ci sarà più battaglia per la conquista dei play off. Tolte Prato e L'Aquila anche se i neroverdi mi sembra che abbiamo mostrato un miglioramento rispetto all'inizio del campionato, tutte le altre possono giocarsela fino alla fine. Anche la Lazio che ora è terzultima è sempre un campo molto ostico dove andare a giocare, se riescono a risolvere alcuni loro problemi non sono poi così lontani dal poter raggiungere il quarto posto. Sicuramente Rovigo e Calvisano hanno qualcosa in più ma credo che sia presto per fare dei nomi e che tutto sia ancora aperto, tutte possono lottare fino alla fine.

(9) Il prossimo fine settimana siete impegnati contro la squadra portoghese per ottenere un posto in Challenge Cup. Come vi sentite e pensate di affrontarli.

Sappiamo che per quanto riguarda la prossima stagione ci sono dei dubbi. Gli scorsi anni tutte le squadre cercavano di accedere alle Coppe Europee in modo da poter essere aiutati a livello di budget e per poter costruire in modo migliore la squadra per la stagione successiva. Non sappiamo se la stagione prossima ci sarà ancora questa possibilità, noi, comunque, cercheremo di arrivare in fondo a questa competizione per aiutare la società ad avere quel qualcosa in più per la stagione prossima.

(10) Mi hai un po' risposto alla domanda che volevo farti, perchè è importante entrare in Europa, sai darmi un'altra motivazione oltre a quella economica e societaria.

Si, perchè giocare contro formazioni ad un ritmo di gioco e di impatto fisico maggiore aiuta a riportarlo poi nel nostro campionato. Io ho giocato sette anni in Challenge Cup, le prime partite, in particolare la prima era sempre quella più drammatica dove ti trovavi di fronte a delle realtà diverse dalle nostre. Giocare con continuità queste partite aiuta a migliorarti nel gioco, ad imparare qualcosa di più come giocatore e sicuramente a riportare queste esperienze nel nostro campionato.

:: Altre interviste ::



 
Links Correlati
· Inoltre ECCELLENZA
· News by redazione


Articolo più letto relativo a ECCELLENZA:
S10- Roma


Valutazione Articolo
Punteggio medio: 0
Voti: 0

Vota questo articolo:

Eccellente
Molto Buono
Buono
Normale
Male


Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile


"13/01/15 - ECC - Dieci domande a... Alberto Saccardo" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Copyright 2006 by PHP-Nuke. All Right Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.


Generazione pagina: 0.24 Secondi